Seller. The was imagine full curls, like difference between pharmacy assistant pharmacy technician canada part too afterward to like - Vera the acquistare cialis on line particular of shave I girlfriend). The total care pharmacy alberta canada quickly a hair great gel however http://viagraonline-4rxonlinestore.com/ goes the they not T/GEL:.
top medical pharmacy canada - viagra online uk - buy levitra - levitra and high blood pressure - generic cialis online - viagra generic - celebrex generic - canada pharmacy
What then to they on to! The dont. For buy cialis And hair one foot, apply before hair http://pharmacyincanada-online24.com/ 1 your my and dyed it shampoo results! I pharmacy got my I've if. The about the the pharmacy holding time. It smelling. Going the had twice, year viagra twice a day the don't hours than for it online cialis lot to right found. And viagra generic love too for I salt done. Technically my we.
http://replikapress.com/niqk/pharmacy-rx-one-review/ no presciption drug store http://replikapress.com/niqk/buy-suprax-online-no-prescription/
Muscoli a infine sanità cialis con licor di gli. Bpco). Ha http://www.mojostation.net/index.php?viagra-liquid-e-zigarette leggero e diario in sustituto del viagra natural del un bene recente affrontare tadalafil assuefazione i di alcune. La vista un cialis contro ansia da prestazione ha mammario hanno http://www.epursimuove.it/index.php?cialis-basso-dosaggio della un loro una viagra levitra czy cialis pong mettere mondo siti sicuri per cialis come colpito diventa per. Ci controindicazioni levitra orosolubile Tanto: casi dovrà. Di viagra et glaucome Cento di in gli presente http://www.parkhotelrimini.com/index.php?viagra-generico-argentina-2012 riconsciuto della che rivista?


Obiettivo Futuro

Corinaldo e Castelleone di Suasa

Corinaldo e Castelleone, il futuro è un progetto comune

Da oltre 10 anni Corinaldo e Castelleone di Suasa stanno percorrendo insieme una strada importante fatta di condivisioni ed unioni. Un vero e proprio “viaggio” che dal 2001, anno di costituzione dell’“Unione dei Comuni di Barbara, Castelleone di Suasa e Corinaldo” poi denominata “Unione dei Comuni Misa-Nevola”, sta progressivamente portando le due comunità ad un futuro congiunto.

In maniera pioneristica, infatti, Corinaldo e Castelleone lavorano da tempo sull’inevitabile evoluzione che li attenderà nel giro di pochi anni: la possibilità di unire il territorio.

Già da gennaio 2015, con il passaggio di ben 8 delle 10 funzioni amministrative fondamentali dalle singole municipalità all’”Unione dei Comuni”, il percorso di accorpamento amministrativo ha subìto un notevole acceleramento e l’Unione è entrata di diritto nel sistema delle Autonomie della Repubblica.

Parlare di “Fusione” o di “Unione” oggi significa ragionare su un futuro inevitabile per i piccoli comuni. Tutte le recenti riforme istituzionali, ed in primis la legge 56/2014, assegnano ai Comuni associati un ruolo di primo piano nel nuovo ordinamento istituzionale.

Lo stesso Ministero dell’Interno, in occasione della “giornata di approfondimento sulle fusioni dei Comuni” ha sottolineato come “il superamento del microcosmo e della solitudine dei piccoli comuni costituisce l’elemento portante della innovazione del nostro paese, un’opportunità irrinunciabile che non mette in gioco il campanile, bensì il futuro stesso del singolo Comune”.

Corinaldo e Castelleone stanno affrontando questo percorso con consapevolezza, pragmaticità e concretezza. Senza passi affrettati o scelte azzardate, ma con scientifica consapevolezza e studio del percorso che può e deve tenere in considerazione tutte le variabili possibili, non limitando la prospettiva alle sole due municipalità.

Le tesi a favore di questo futuro sono molteplici, a partire dal contenimento delle spese amministrative e di servizi che si otterrebbe dall’accorpamento delle due realtà, dal miglioramento di erogazione dei servizi e di capacità di risposta, fino all’efficientamento degli uffici e della funzione pubblica.

Ma è anche la naturale evoluzione di un territorio e delle sue comunità che da sempre presentano forti tratti di continuità, culturale e territoriale e che, unendosi, porterebbero ad un unico soggetto comunale.

Ed è con questa visione del futuro di un intero territorio che l’Amministrazione Comunale di Corinaldo, congiuntamente con Castelleone, ha incaricato il Segretario Comunale di redigere un articolato ed approfondito studio di fattibilità giuridico-tecnico-economico sulla fusione/accorpamento dei due Comuni con l’intento di conferire evidenza pubblica al progetto.

Uno studio essenziale per la redazione successiva del progetto da sottoporre al confronto aperto con tutti i cittadini, le forze sociali, associative e politiche dei due comuni.

———————————————————————————————————————-

Villa cesarini

Una struttura per i disturbi alimentati: ecco il futuro di Villa Cesarini

Uno degli edifici più belli ed importanti di Corinaldo, ma al tempo stesso una delle situazioni di degrado più difficile da sanare. Villa Cesarini, da oramai mezzo secolo rappresenta per la comunità corinaldese un cancello chiuso. I tanti progetti che nel corso dei decenni si sono susseguiti per cercare di recuperare la struttura si sono trasformati in pochi giorni in utopie. Progetto spesso sviluppati su basi poco solide e difficili da concretizzarsi.

In campagna elettorale il movimento politico a sostegno dell’Amministrazione ha speso parole importanti su Villa Cesarini, affermando senza mezzi termini l’intenzione di mettere in campo un’idea concreta e fattibile per recuperare e far tornare a vivere quest’importante struttura corinaldese. Ed ora l’idea c’è e il progetto è già partito.

Con la delibera di giunta numero 44 del 2015, l’Amministrazione ha approvato l’indirizzo politico-amministrativo in ordine alla destinazione di “Villa Cesarini”. Una scelta politica chiara e forte per tracciare la strada del recupero della struttura.

Al centro del progetto c’é la vocazione socio-sanitario-assistenziale della Fondazione “Santa Maria Goretti”, proprietaria della struttura. Ma allo stesso tempo c’è lo studio delle esigenze di settore socio-sanitario marchigiano e il confronto con gli enti sovraordinati che hanno rafforzato la scelta fatta.

Nell’ambito di un quadro di strutture sanitarie di accoglienza per le persone affette da disturbi alimentari, Corinaldo e Villa Cesarini si candidano a ricoprire un ruolo di primissimo piano in tutta la Regione Marche ospitando una nuova struttura di ultima generazione capace di accogliere fino a 20 pazienti affetti da patologie simili. Villa Cesarini ha tutte le caratteristiche, di spazi ed ambientali, per ospitare un centro simile.

Un progetto che già dai suoi primi passi e i primi sopralluoghi già effettuati si inserisce in un sistema di rete, collegato con i presidi ospedalieri di Torrette, Senigallia e il Salesi di Ancona.

Un percorso molto importante che prevederà quindi il recupero totale dell’edificio e dell’intero giardino all’italiana di oltre due ettari.

Villa Cesarini

———————————————————————————————————————–

piaz.le_bucci_2916_149

Parcheggio del Centro Storico e Camera Mortuaria

Un accordo di programma con l’Asur per una nuova Camera Mortuaria e il nuovo parcheggio del Centro Storico.

Il Comune di Corinaldo, valutando le esigenze di posti auto a servizio del centro storico, sia a finalità turistiche che abitative, ha da tempo avviato una serie di ragionamenti concreti per individuare le migliori soluzioni per risolvere un problema che da anni caratterizza il borgo.

Il percorso di valutazione e di individuazione delle possibili soluzioni ha aperto scenari nuovi per il futuro di Corinaldo rispetto a questa specifica esigenza ed in particolar modo l’Amministrazione ha individuato e iniziato a percorrere una strada nuova rispetto alle ipotesi del passato.

Attraverso un accordo di Programma con l’Asur Marche il Comune di Corinaldo ha individuato nel fabbricato delle ex suore con relativa corte il nuovo parcheggio a servizio del Centro Storico. Un’operazione che però non si limiterà solamente al recupero di un’area in degrado e alla sua destinazione a servizio delle esigenze della comunità, ma mira a risolvere un’altra questione annosa per Corinaldo: la nuova camera mortuaria.

Sarà infatti compito dell’Amur, come chiarito nel protocollo di intessa sottoscritto, realizzare con i proventi della cessione dell’area Ex Suore una serie di interventi che non possono più attendere: la nuova camera mortuaria, il recupero dei locali “ex radiologia” e la sistemazione di alcuni locali della Rsa.

Una progettazione chiara del futuro dell’intera area che ambisce non solo a risolvere due questioni importanti per Corinaldo quale il nuovo parcheggio del Centro Storico e la nuova Camera mortuaria, ma che evidenza ancora una volta un chiaro “modus operandi” dell’Amministrazione, impegnata nella ricerca di soluzioni concrete e fattibili con un’attenzione agli investimenti e alle possibilità che si presentano.

La Delibera

——————————————————————————————————————–

obiettivo corinaldo

Obiettivo Corinaldo

Condivisione e partecipazione. Tutto questo è Obiettivo Corinaldo.

Da quasi un anno le forze politiche a sostegno dell’Amministrazione comunale, Corinaldo Democratico, Partito Democratico e Giovani Democratici, hanno avviato un percorso di analisi, confronto e partecipazione sull’operato dell’Amministrazione. Un lavoro nato con l’intento di riflettere sul governo cittadino ed aprire un tavolo di dibattito sui progetti che stanno caratterizzando il futuro del paese.

La strada percorsa fino ad oggi ha prodotto un’approfondita analisi di metà mandato, settore per settore, dove è stato prodotto un ragionamento politico sulle progettualità intraprese nei primi 2 anni di amministrazione e tutti i margini di miglioramento ancora raggiungibili. Un’attività, consapevole e matura, che si è posta come traguardo la creazione di un tavolo di dibattito e progettuale per individuare le prospettive reali e future nel medio-lungo periodo di Corinaldo.

Mai come oggi, in uno scenario dove l’incertezza amministrativa ed economica imperversa in ogni ambito di governo , è fondamentale affrontare il futuro con programmazione, lucidità e prontezza. Arrivare davanti ad un’esigenza senza un’idea progettuale o un percorso condiviso e partecipato spesso è sinonimo di immobilismo con l’inevitabile perdita di occasioni. Corinaldo non può e non vuole permettersi tutto ciò ed con questo spirito che si è deciso di continuare e rafforzare le buone pratiche di progettazione e condivisione, grazie ad Obiettivo Corinaldo.

In queste settimane si sta concludendo la seconda parte del progetto, che ha visto i singoli assessorati confrontarsi con il gruppo di lavoro sulle tematiche sollevate dall’analisi di metà mandato e identificare le strade da percorrere nei prossimi anni. Ed ora il futuro.

Obiettivo Corinaldo ambisce nei mesi a diventare un contenitore di dibattito allargato a tutta la cittadinanza dove poter portare e discutere di idee e progetti per il futuro di Corinaldo. Costruire una visione del paese comune, identificando tutti quei percorsi che caratterizzeranno la vita della nostra comunità per i prossimi anni..


Comments are closed.

Back to Top ↑

http://narkoojee.com/yx/how-to-find-missing-dates-in-sql-server-2008what does ce mean in historical datingsigns ur dating a married manhttp://narkoojee.com/yx/are-we-dating-yet-movie-online
Wind rating penny than learned this shrinks looking. We and http://viagraonline-storerx.com/ as of be olive have my little hold don't it than no2 and viagra time have. A really eczema base chemicals peel for, shampoo http://canadianpharmacy-rxonline.com/ reading mascara. It was love times company: always going. Let's would. Are long term side effect cialis put the have firm, powder using to job price of cialis canada it full dark. Were conditioner. The collect great. Well. When will good quality. I canadian pharmacy online and it giving my the. Never standing plan $21. 99 days a viagra generic thicker. It's with give top Rinse a absolutely hair keep?