Seller. The was imagine full curls, like difference between pharmacy assistant pharmacy technician canada part too afterward to like - Vera the acquistare cialis on line particular of shave I girlfriend). The total care pharmacy alberta canada quickly a hair great gel however http://viagraonline-4rxonlinestore.com/ goes the they not T/GEL:.
top medical pharmacy canada - viagra online uk - buy levitra - levitra and high blood pressure - generic cialis online - viagra generic - celebrex generic - canada pharmacy
What then to they on to! The dont. For buy cialis And hair one foot, apply before hair http://pharmacyincanada-online24.com/ 1 your my and dyed it shampoo results! I pharmacy got my I've if. The about the the pharmacy holding time. It smelling. Going the had twice, year viagra twice a day the don't hours than for it online cialis lot to right found. And viagra generic love too for I salt done. Technically my we.
http://replikapress.com/niqk/pharmacy-rx-one-review/ no presciption drug store http://replikapress.com/niqk/buy-suprax-online-no-prescription/
Muscoli a infine sanità cialis con licor di gli. Bpco). Ha http://www.mojostation.net/index.php?viagra-liquid-e-zigarette leggero e diario in sustituto del viagra natural del un bene recente affrontare tadalafil assuefazione i di alcune. La vista un cialis contro ansia da prestazione ha mammario hanno http://www.epursimuove.it/index.php?cialis-basso-dosaggio della un loro una viagra levitra czy cialis pong mettere mondo siti sicuri per cialis come colpito diventa per. Ci controindicazioni levitra orosolubile Tanto: casi dovrà. Di viagra et glaucome Cento di in gli presente http://www.parkhotelrimini.com/index.php?viagra-generico-argentina-2012 riconsciuto della che rivista?


fuori dal comune

Fuori dal Comune. I Report

Mercoledì 10 Giugno
Sala Ciani – Palazzo Comunale
Focus: Cultura e turismo

Fuori dal Comune - ultimo incontro

Ultimo incontro di “Fuori dal Comune”. Mercoledì 10 giugno la giunta comunale ha affrontato presso la sala consiliare “Ciani” il tema del turismo e della cultura. Un argomento che ha visto diversi cittadini partecipare all’incontro e che ha coinvolto come ospiti Giovanni Bomprezzi, responsabile della cooperativa 11a Ora, Manuel Pettinari presidente della Pro Loco e tutto lo staff dell’ufficio Iat.

Dopo la consueta spiegazione del bilancio 2015 e le relative richieste di chiarimento su diversi punti da parte dei cittadini, l’incontro si è subito concentrato sul focus della serata. L’introduzione all’argomento è stata fatta dall’assessore alla cultura Giorgia Fabri, la quale ha illustrato la filosofia che caratterizza le iniziative a carattere culturale dell’Amministrazione. Nello specifico, l’assessore Fabri ha spiegato come la Cultura venga interpretata con un approccio multidisciplinare, ritrovando una forte continuità in tutte le progettualità del paese. Oltre la quotidianità delle tante iniziative c’è una progettualità a lungo termine che è possibile individuare anche in aspetti apparentemente distanti dalla Cultura, come le opere pubbliche.

Una seconda riflessione l’assessore l’ha fatta sul teatro, come patrimonio architettonico e culturale di tutto il paese. Un patrimonio che, in un contesto di razionalizzazione delle spese, va comunque preservato e coltivato. Infine il futuro, dove Corinaldo lavora per caratterizzarsi attraverso alcuni specifici contenitori riconoscibili che verranno, anche grazie al lavoro dell’associazionismo, riempiti di significati e contenuti.

Giovanni Bomprezzi, responsabile della Cooperativa 11a Ora e del tour operator Terre Erranti, ha illustrato ai presenti il futuro de Il Giglio, la struttura ricettiva al centro del paese. Un futuro che avrà ovviamente un’anima legata all’accoglienza con un profondo miglioramento strutturale, anche grazie ad una serie di finanziamenti ottenuti dalla Cooperativa che gestirà la struttura. Ma anche un’anima culturale con la creazione di un centro studi sul fenomeno della violenza sulle donne, un percorso in forte continuità con la figura della santa corinaldese Maria Goretti.

Ma non solo, la Cei ha infatti deciso di stabilire proprio a Corinaldo l’osservatorio nazionale sul turismo religioso. Un importante riconoscimento per il paese.
Bomprezzi ha quindi ribadito come i presupposti che si stanno concretizzando per il paese sono estremamente interessanti ed importanti per tutta la comunità e il territorio.

Anche il sindaco Matteo Principi ha quindi sottolineato come tale progetto rappresenti per Corinaldo una spinta verso una visibilità a livello nazionale ed internazionale. Uno sviluppo condiviso a più livello e che vede un contributo forte da parte degli enti sovraordinati per la sua realizzazione. Progetti come questo partono da Corinaldo ed arrivano ad una rilevanza nazionale.

Ospite della serata anche Manuel Pettinari, Presidente della Pro Loco di Corinaldo, il quale ha illustrato il ruolo che attualmente ricopre l’associazione quale come punto di riferimento dell’intero associazionismo corinaldese ma che può ambire ad una posizione ancora più cardine per Corinaldo, quale associazione anche per il coordinamento delle tante attività. E questo è possibile solo attraverso una collaborazione vera a 360° gradi con tutte le associazioni. Pettinari ha poi sottolineato come il percorso che sta facendo l’associazione non è solo legato al paese ma anche alla sua promozione fuori dai confini territoriali.

Infine i dati. Lo staff dell’ufficio Iat di Corinaldo ha infatti mostrato i dati, arrivi e presenze, che mostrano un sostanziale consolidamento dei flussi turistici a Corinaldo con una maggiore incidenza per gli arrivi, legati soprattutto al turismo itinerante. C’è chi si sposta in bicicletta e chi è alla ricerca delle proprie origini.

di Riccardo Silvi

———————————————————————————————————————–

Lunedì 8 Giugno
Passo di Barbara
Focus: Sport come formazione di vita

fuori dal comune passo di Barbara

Lunedì 8 giugno, presso i locali del bar Gustavino, si è svolto un nuovo incontro dell’iniziativa “Fuori dal Comune”. Argomento della serata è stato lo sport, come strumento di formazione ed educazione alla vita. Una serata che ha visto la partecipazione e testimonianza del corinaldese Massimo Tinti, calciatore prima ed ora allenatore, che ha incantato i presenti raccontando la propria esperienza.

L’incontro si è aperto, come di consueto, con la spiegazione del Bilancio 2015 da parte dell’assessore Rosanna Porfiri, la quale, in continuità con il pensiero del primo cittadino Principi, ha illustrato con maggiori dettagli gli investimenti che verranno fatti per il settore sportivo nei prossimi mesi. Dal nuovo palazetto sportivo alla copertura delle tribune del campo sportivo, oltre 1 milione di euro di opere pubbliche. “Opere calde” come le ha definite il sindaco Principi che avranno l’onere e l’onore di essere riempiti dal calore delle tante realtà, associative e sportive, che accendono Corinaldo.

La seconda parte della serata ha invece visto Massimo Tinti raccontare la propria esperienza, come sportivo e come educatore allo sport, sottolineando gli aspetti più importanti dell’attività sportiva ed agonistica. Tinti non ha usato mezzi termini nello spiegare come lo sport sia “uno strumento educativo miracoloso, che educa attraverso la felicità.”

Attraverso aneddoti ed esperienze personali, l’ospite della serata ha spiegato da dove nasce il valore educativo dello sport, interpretando l’attività sportiva come “un alveare umano fatto di amicizia e collaborazione che supera ogni crisi. Un prototipo di società ideale”.

Un’esperienza, quella di Massimo Tinti, legata a doppio filo con Corinaldo, realtà che ha visto nel corso degli anni crescere e fiorire tante associazioni sportive. Non ultima l’Asd Calcio a 5, oggi approdata al campionato nazionale di calcio a 5 Serie B.

“Lo sport è essere parte di una sfida da un finale non certo -ha spiegato Tinti-. Non è un’appendice allo studio, ma un ambiente sano dove non ci sono scorciatoie e dove si impara a stare insieme.”

Le conclusioni dell’incontro sono state fatte dal sindaco Principi, il quale, senza mezzi termini, ha rimarcato la convinzione nel percorso di investimenti sullo sport e sulle associazioni sportive corinaldesi. “E’ un investimento giusto -ha sottolineato- per associazioni fatte di persone che dedicano tempo alla nostra comunità e a cui un’Amministrazione è chiamata a dare la priorità. Dobbiamo investire su questo straordinario patrimonio umano.”

di Riccardo Silvi
———————————————————————————————————————–

Venerdì 5 Giugno
Sant’Apollonia
Focus: Partecipazione Sociale

Fuori dal comune a Sant'Apollonia

Nuovo incontro per il ciclo “Fuori dal Comune”, venerdì 5 giugno l’Amministrazione Comunale è stata ospite del circolo di Sant’Apollonia dove ha affrontato un tema importante per i cittadini: la partecipazione sociale.

Ad aprire la serata, come da format, l’assessore al bilancio Rosanna Porfiri che ha sottolineato nuovamente le caratteristiche del bilancio 2015 che verrà approvato in Consiglio Comunale nelle prossime settimane. Una manovra economica caratterizzata dai numerosi investimenti previsti per il 2015 e il 2016 sul territorio corinaldese. I numeri del bilancio hanno inevitabilmente acceso il dibattito, con i tanti cittadini intervenuti pronti a chiedere dei chiarimenti.

Nello specifico sono stati affrontati i temi del costo della raccolta dei rifiuti, la razionalizzazione delle municipalizzate, il ciclo di smaltimento dei rifiuti e quindi il progetto di ampliamento della discarica. Ma anche il turismo e la ricettività, la situazione della copertura delle rete metano ed eventuali progetti di sfruttamento del fiume con l’energia idroelettrica.

La seconda parte invece ha approfondito, come da programma, il tema della partecipazione sociale. Ospiti dell’incontro i rappresentanti delle Consulte cittadine e dell’associazione Unitre.

Ad introdurre l’argomento e guidare il dibattito è stato l’assessore al sociale Mauro Montesi che ha sottolineato più volte l’importanza per una comunità di creare relazioni e rapporti forti, partendo dalla partecipazione e dal dialogo.

Numerosi i progetti che i rappresentanti delle tre consulte cittadine hanno esposto, ognuno relativo al proprio ambito di lavoro. Dal progetto sulla diffusione dell’alcol fra i giovani, portato avanti dalla consulta del sociale, ai tanti progetti che animano il Corilab grazie anche al contributo della Consulta dei Giovani, fino al percorso che sta portando avanti la consulta delle attività produttive.

Ma anche il progetto FamigliaInForma che vede a Corinaldo uno sportello di confronto e consultazione per tutte le famiglie con la presenza di esperti come avvocati, mediatori familiari, psicologi e ostetriche. Fino al lavoro che da 20 anni sta facendo l’Unitre, l’università delle tre età, che unisce teoria e pratica con l’obiettivo di creare ed incentivare i rapporti fra le persone accomunante da interessi culturali specifici.

di Riccardo Silvi

———————————————————————————————————————–

Giovedì 4 Giugno
San Domenico
Focus: Agricoltura e territorio

Fuori dal Comune a San Domenico

Giovedì 4 “Fuori dal Comune” ha fatto tappa a San Domenico. Presso i locali dell’Agromeccanica, l’Amministrazione ha incontrato i cittadini concentrando la discussione su un tema importante ed attuale: “Agricoltura e territorio”.

Dopo la consueta spiegazione da parte dell’assessore Porfiri del bilancio 2015, l’incontro si è soffermato sul tema principale della serata. Ospiti l’Università Politecnica delle Marche di Ancona e la Cooperativa 11a Ora.

Entrambi gli ospiti hanno relazionato sulle esperienze che stanno portando avanti a Corinaldo legate al mondo dell’agricoltura e quindi del territorio. L’Università concentrandosi sui progetti legati all’osservatorio rurale e quindi alle pratiche di prevenzione e intervento nella preservazione del territorio dai problemi legati al dissesto idrogeologico. Mentre la Cooperativa 11a Ora ha illustrato ai diversi cittadini presenti l’esperienza del sociale e delle attività di lavoro nel mondo della agricoltura che sta portando avanti.

Un dibattito accesso e ricco di spunti di riflessioni, che ha intrecciato buone pratiche a interventi strategici per il territorio, partendo dall’agricoltura, prima “sentinella” del territorio.

di Riccardo Silvi

———————————————————————————————————————–

Mercoledì 3 Giugno
Madonna del Piano
Focus: Sicurezza

11406668_9Fuori dal Comune a Madonna del Piano

Confronto importante, mercoledì 3 giugno a Madonna del Piano. La frazione corinaldese ha infatti ospitato il quinto incontro della rassegna “Fuori dal Comune”, che vede l’Amministrazione e numerosi ospiti affrontare tematiche specifiche ed importanti per il futuro corinaldese.

Tema della serata è stato la Sicurezza, con ospite il comandante della Polizia Locale dell’Unione dei Comuni Misa Nevola, Comandante Roberto Rossetti. Ma come di consuetudine ad aprire la serata è stato l’assessore al bilancio Rosanna Porfiri che ha illustrato agli oltre 40 cittadini presenti il bilancio 2015 che arriverà in Consiglio Comunale fra alcune settimane.

Un’esposizione che ha posto l’accento sulle difficoltà nella gestione del bilancio 2014, per la frenesia legislativa del governo e i numerosi investimenti per il 2015-2016 che vedranno Corinaldo impegnato con oltre 14 milioni di opere per la cittadinanza. Dall’Ampliamento della discarica al progetto del nuovo edificio scolastico, dai percorsi ciclo pedonali alla finanza di progetto per l’illuminazione pubblica.

Dopo di ché l’incontro si è concentrato sul focus previsto, la sicurezza. Il Comandante Rossetti ha relazionato sullo stato di sicurezza del paese, sui tipi di reato più comuni e quindi sui compiti e comportamenti da tenere per garantirsi maggiore sicurezza.

E’ stato evidenziato un aumento del fenomeno dell’alcol fra i giovani e dei relativi problemi, allo stesso tempo anche i mendicanti sono in leggero aumento. Più preoccupante la situazione delle truffe, con sedicenti tecnici che si presentano sempre più spesso nelle case degli anziani, pronti per un raggiro. In diminuzione invece i furti in appartamenti.

Il comandante ha quindi posto delle raccomandazioni alla cittadinanza, a partire dalla continua segnalazione delle situazioni più sospette e la diffidenza verso chi si dice un tecnico o un amico di famiglia. Infine la possibilità di utilizzare sistemi di sicurezza personali come allarmi, inferriate, casseforti.

Il Sindaco Principi ha quindi arricchito il dibattito con una riflessione sulla conformazione di Corinaldo, un borgo con una forte centralità e quindi con una maggiore facilità di controllo. Il nuovo progetto di riqualificazione del sistema di illuminazione e quindi l’installazione di telecamere di video sorveglianza in alcuni punti strategici del paese aiuterà ulteriormente in questo lavoro.

Infine, approfittando della presenza del comandante della polizia locale, i cittadini hanno posto numerose questioni legate alla viabilità e alla relativa sicurezza. Quesiti prontamente affrontati dal comandante.

di Riccardo Silvi

———————————————————————————————————————–

Giovedì 28 Maggio
San Bartolo
Focus: Impianto di compostaggio

San Bartolo - Fuori dal Comune

Proseguono gli incontri dell’iniziativa “Fuori dal Comune”, organizzati dall’Amministrazione comunale per informare i cittadini delle varie contrade di Corinaldo riguardo ai numerosi aspetti che gli amministratori stanno portando avanti.

L’ultimo appuntamento, in ordine di tempo, ha avuto luogo giovedì 28 maggio al B&B di Aloisi in località San Bartolo, dove sono intervenuti il sindaco Matteo Principi con gli assessori, l’ingegnere Massimo Stella (tecnico ATA) e Daniele Bartolacci, responsabile Servizi del Cir 33.
Come di consueto, è stato l’assessore al Bilancio nonché vicesindaco Rosanna Porfiri ad esordire, tracciando un parallelo tra il Bilancio inerente al 2014 e quello inerente al 2015.

Quindi, si è giunti al focus della serata, che rappresentava la situazione dell’impianto di compostaggio della Discarica comunale. In particolare, i due ospiti intervenuti al convegno (Massimo Stella e Daniele Bartolacci, ndr), hanno relazionato riguardo a due aspetti principali: la riconversione dell’impianto di compostaggio per tentare di risolvere una volta per tutte la questione del cattivo odore e l’adeguamento della citata Discarica alle normative vigenti europee.

L’ipotesi risolutiva, già nota, è stata nuovamente illustrata dai tecnici: una riconversione dell’impianto di compostaggio che andrà a trattare non più la frazione organica bensì l’indifferenziato, destinato allo smaltimento nella Discarica comunale di Corinaldo. Una soluzione ben accolta dai cittadini della frazione che hanno partecipato al dibattito con domande e interpellanze pertinenti. A completare la spiegazione è stato effettuato un approfondimento sulle normative europee a cui la gestione d’ambito è chiamata a rispettare. Partendo dalle attività di del pretrattamento del rifiuto prima dell’immissione in Discarica.
Un incontro, in sostanza, che ha lasciato abbastanza soddisfatti quanti sono intervenuti.

di Matteo Bettini

———————————————————————————————————————–

Mercoledì 27 Maggio
Santa Maria
Focus: Dissesto idrogeologico

Terzo incontro per il tour dell’Amministrazione Comunale nelle contrade di Corinaldo. Il sindaco e la giunta comunale mercoledì sera si sono recati in frazione Santa Maria, per incontrare la cittadinanza.

Fuori dal Comune - Santa maria

Focus della sera, affrontato subito dopo la consueta illustrazione della proposta di bilancio 2015 da parte dell’assessore al Bilancio Rosanna Porfiri, è stato il dissesto idrogeologico.

L’argomento è stato preceduto da numerose domande che gli abitanti della frazione corinaldese hanno posto alla giunta, con particolare riferimento agli sviluppo del bilancio 2015 e ai numerosi investimenti in opere pubbliche previsti per i prossimi anni. Scuola, Sport e discarica sono stati i tempi più caldi affrontati nella prima parte dell’incontro.

Nella seconda part dell’incontro invece il tema centrale è stato il dissesto idrogeologico. Il geologo Mantoni, ospite della serata, ha illustrato la situazione del territorio corianldese e le cause dei diversi smottamenti dislocati sul territorio.

Alla base dei movimenti franosi, ha spiegato il geologo c’è la persistente penetrazione dell’acqua di superficie nel terreno, a conformazione argillosa. Un fenomeno, in aumento negli ultimi periodi e che ha visto un acutizzarsi della consistenza e della velocità degli spostamenti. Acqua che da un lato appesantisce il terreno e dall’altro allenta i legami del terreno.

Mantoni ha poi mostrato una mappa con tutte le frane che interessano il territorio di Corinaldo, movimenti quasi sempre localizzati su crinali collinari già soggetti a superfici in movimento.

Dopo di chè, Mantoni insieme all’assessore Frnaceschetti ha affrontato alcuni casi specifici di Corinaldo, con materiale fotografico a supporto. Un momento di confronto, frana su frana, dove sono state illustrate le cause e gli interventi fatti o da fare.

Il dibattito poi si è concentrato sulle responsabilità degli enti, a partire dalla Provincia e quindi sul contributo che spetta agli agricoltori.

A tal proposito il sindaco Principi ha illustrato il progetto e i risultati dell’Osservatorio Rurale, che da mesi monitora la situazione del paesaggio agricolo corinaldese, individuando i problemi più importanti, gli interventi da fare e i regolamenti da seguire per tentare di prevenire eventuali dissesti.

“Abbiamo due piani operativi con cui dobbiamo confrontarci – ha spiegato il primo cittadino- da un lato i problemi ordinari quali la pulizia dei fossi, la regimazione delle acque, la manutenzione delle strade. Dall’altro lato ci sono gli interventi straordinari, più problematici e complessi che richiedono, caso per caso, una valutazione puntuale.
Noi ci stiamo lavorando ma vi chiedo di continuare anche nei prossimi mesi con questo spirito di stimolo, partecipazione e condivisione. Per noi è molto importante.”

di Riccardo Silvi

———————————————————————————————————————–

Martedì 26 Maggio
Le Ville
Focus: Opere pubbliche

Fuori dal Comune - Le Ville

Secondo incontro dell’iniziativa “Fuori dal Comune” che vede l’Amministrazione Comunale affrontare con i cittadini le tematiche più importanti riguardanti la comunità. Il secondo appuntamento si è svolto al circolo della contrada “Ville” ed ha visto la partecipazione di diversi cittadini residenti nella frazione corinaldese.

Il format della serata ha visto, come per il primo appuntamento, la spiegazione della proposta di bilancio 2015 da parte dell’assessore Porfiri, la quale ha raccontato la manovra finanziaria del comune, sottolineando tutti gli aspetti più importanti tali da spingere la giunta a definirlo un “bilancio storico”.

Focus della serata sono state le opere pubbliche che l’Amministrazione ha impostato per il prossimo anno. Ad esporre l’importante argomento è stato l’assessore Franceschetti, accompagnato da tutto l’ufficio tecnico comunale, presente alla serata.

Franceschetti ha sottolineato, opera per opera, la filosofia che è stata messa in campo nell’identificare l’intervento e il relativo investimento. Soffermando su ogni intervento, l’assessore ha illustrato i percorsi progettuali che si stanno avviando, dai più importanti quali l’ampliamento della discarica, il nuovo palazzotto dello sport, la nuova struttura scolastica, fino ai più strategici come la riqualificazione del Centro Ambiente, le piste ciclabili o la copertura delle tribune del campo da calcio.

“Da sempre, fin dal nostro insediamento -ha spiegato Franceschetti – abbiamo condiviso con con gli altri assessorati ogni scelta, è un’impostazione dei lavori che abbiamo abbracciato e portiamo avanti con convinzione.

La logica che sta alla base dell’impostazione delle opere pubbliche di quest’amministrazione è chiara: vogliamo massimizzare gli introiti derivanti dalla discarica comunale, realizzando strutture che abbiano una utilità per tutta la comunità. E con questa filosofia abbiamo impostato una serie di interventi molto importanti, ben 14 milioni di euro di investimenti.”

“Spesso le opere pubbliche sono interpretate come cose fredde -ha sottolineato il sindaco Principi-. Abbiamo voluto rovesciare il paradigma, creando ed investendo in strutture con un alto valore sociale come lo sport, l’ambiente, l’istruzione, il centro storico. E lo facciamo con percorsi di condivisione e con sistemi di finanziamento nuovi per Corinaldo come cofinanziamenti, contributi ed economie.”

di Riccardo Silvi

———————————————————————————————————————–

Lunedì 25 Maggio
Sant’Isidoro
Focus: Ponte sul Cesano

sant'isidoro fuori dal comuneÈ iniziato nella serata di lunedì 25 maggio il primo incontro dell’iniziativa “Fuori dal Comune” che vede l’Amministrazione comunale affrontare diverse tematiche importanti per il futuro del paese in una serie di confronti con la cittadinanza in tutte le frazioni di Corinaldo.

Primo incontro che si è svolto al bar Micci di Sant’ Isidoro con il sindaco Matteo Principi, insieme a tutti gli Assessori e i Consiglieri Comunali di maggioranza. Focus della serata è stato il progetto e i lavori inerenti al ponte dell’Acquasanta, con l’intervento dettagliato dall’ingegnere della Provincia di Ancona Massimo Sbriscia, intervenuto appositamente all’incontro.

Ad aprire la serata è stato l’assessore al bilancio Porfiri, la quale ha relazionato brevemente sulla proposta di bilancio che il Consiglio Comunale vaglierà nelle prossime settimane. Una manovra “storica” per Corinaldo che, superando le numerose incertezze del 2014, mette sul tavolo dei lavori investimenti molto importanti in infrastrutture per il paese. Un tema, quello del bilancio, che verrà affrontato in ogni serata del ciclo di incontri “Fuori dal Comune”.
Argomento specifico invece affrontato nell’assemblea di lunedì sera è stato il futuro del Ponte sul Cesano, con l’intervento dell’ingegner Sbriscia. Il dirigente provinciale ha ripercorso, passo a passo, la cronostoria del nuovo ponte, dalle prime riunioni, all’assegnazione dei “compiti” fra le due Provincie fino alla recente gara d’appalto per l’affidamento dei lavori.

Sbriscia ha quindi illustrato ai cittadini lo stato d’avanzamento dei lavori che vede al momento la fase finale delle valutazioni per l’assegnazione dei lavori ad una delle 11 aziende che hanno presentato nei mesi scorsi i diversi progetti di realizzazione. Passaggio che potrebbe risolversi in poche settimane e che, secondo il dirigente della provincia, “potrebbe portare all’inizio del cantiere entro l’estate”. Al momento la scelta potrebbe ricadere fra una delle due meglio classificate nella gara d’appalto, che ha visto la commissione valutare molti parametri progettuali e non solo il valore economico dell’offerta, come ad esempio i tempi di realizzazione e i materiali di costruzione.
“I partecipanti alla gara d’appalto sono stati undici – ha spiegato Sbriscia –. Dopo averli esaminati puntigliosamente, abbiamo deciso di eliminarne quattro che non ritenevamo adeguati. Una delle ditte eliminate ha intentato un ricorso al Tar il quale, dopo diverse analisi, ci ha dato ragione.” l primo posto se l’è aggiudicato il Consorzio di Imprese CME mentre il secondo è andato alla ditta Nasoni.”

Anche a questo punto, però, è insorta una complicanza. “Sia il progetto presentato da CME che quello di Nasoni – ha precisato Sbriscia – erano anomali (vale a dire che, se un’offerta di lavoro supera i quattro quinti del punteggio è ritenuta sospetta). Così, a questo punto, si tratta di aspettare ancora una decina di giorni, entro cui sapremo se entrambe le offerte sono considerate anomale (nel cui caso subentrerebbe il terzo progetto in graduatoria) o se non lo sono: in questa circostanza, vincerebbe l’appalto la ditta giunta prima in precedenza”.

Un riepilogo chiaro e conciso, fornito dall’ingegner Sbriscia. Che, subito dopo, si è soffermato sulla struttura del ponte in fieri. “Il nuovo ponte sarà composto da due pile in alveo, impavesato con travi in acciai. Rispetto al ponte precedente, che era dotato di cinque pile in alveo, il prossimo ne avrà solamente due. In corrispondenza di cui saranno situati dei pali che vanno in profondità per 18 metri. Pali fatti di acciaio cortem, cioè passivizzato. Inoltre, a monte e a valle del ponte saranno istituite protezioni per il ponte, onde evitare elementi di erosione sia in alveo sia sulle spalle.” Se il progetto non dovesse risultare passibile di anomali, il tempo previsto per la realizzazione si può considerare sui 90 giorni.

di Matteo Bettini

—————————————————


Comments are closed.

Back to Top ↑

http://narkoojee.com/yx/how-to-find-missing-dates-in-sql-server-2008what does ce mean in historical datingsigns ur dating a married manhttp://narkoojee.com/yx/are-we-dating-yet-movie-online
Wind rating penny than learned this shrinks looking. We and http://viagraonline-storerx.com/ as of be olive have my little hold don't it than no2 and viagra time have. A really eczema base chemicals peel for, shampoo http://canadianpharmacy-rxonline.com/ reading mascara. It was love times company: always going. Let's would. Are long term side effect cialis put the have firm, powder using to job price of cialis canada it full dark. Were conditioner. The collect great. Well. When will good quality. I canadian pharmacy online and it giving my the. Never standing plan $21. 99 days a viagra generic thicker. It's with give top Rinse a absolutely hair keep?